sabato 26 settembre 2009

QUALCOSA DI SINISTRO STA PER ACCADERE….(PRIMA PARTE)

In un incontro a Parigi Alain Minc, banchiere ebreo, come riportato da Blondet[1], avrebbe detto : «Il debito, a questo livello, non si potrà assorbire che in due modi: o con la guerra o con l’inflazione».
Questa frase, dura e schietta, fa comprendere come, in conseguenza della crisi economica, sta velocemente e pericolosamente mutando la geo-politica attuale. Il mio fiuto di giocatore di scacchi (scarso secondo il parere di Paolo Granchelli) mi suggerisce che la diplomazia sta danzando.
Per quanto riguarda noi spettatori passivi, raramente riusciamo a collegare in modo razionale gli eventi, bombardati come siamo da una cascata di baggianate (nella teoria dell’Informazione è noto che l’eccesso di informazioni corrisponde all’assenza di esse qualora non si abbia a disposizione un opportuno codice d’interpretazione).
Desidero proporvi una ricostruzione cronologica di eventi recenti, quanto meno inquietanti, in cui si intrecciano elementi da spy-story degni del migliore James Bond con dichiarazioni rilevanti per il mantenimento di una pseudo-stabilità del sistema finanziario globale.
24 Luglio (28 Luglio secondo altre fonti):”Una nave battente bandiera maltese “Artic Sea”, ufficialmente con un carico di legnami prezioni, con 13 marinai russi a bordo scompare improvvisamente al largo delle coste portoghesi (al largo delle coste svedesi secondo altre fonti), arrembata da imprecisati pirati.
12 Agosto :Il Presidente russo Medvedev e il primo ministro si incontrano sul Mar Nero con il presidente finlandese Tarja Halonen. In seguito a tale incontro, il comandante in capo della Marina Russa, Vladimir Vykotsky afferma che “Tutte le navi e tutti i vascelli della Marina Russa presenti nell’Atlantico sono stati schierati alla ricerca della nave scomparsa”.
17 Agosto :La nave viene recuperata con il carico prezioso intatto ed i dirottatori vengono arrestati. Pochi particolari vengono ufficialmente forniti.
7 Settembre :Un giornale israeliano, lo Yediot Achronot, comunica che, improvvisamente e per motivi imprecisati, al di fuori di ogni protocollo diplomatico, il primo ministro israeliano Netanyahu piomba a Mosca in compagnia di Meir Kalifi, ministro per gli Affari Militari e Uzi Arad, consigliere per la Sicurezza Nazionale d’Israele. I colloqui con un adirato Medvedev si raccontano essere molto tempestosi
13 Settembre :Attentato terroristico alla base aerea di Tampov in cui sono conservati alcuni dei documenti segreti più importanti dell’intelligence russa. L’agenzia di stampa RIA Novosti comunica che :” L’incendio ha gravemente danneggiato un’unità segreta in cui sono conservati documenti di particolare importanza governativa”.
15 Settembre :Israele interrompe tutti i negoziati con l’inviato di Obama, George Mitchell, a seguito della pubblicazione del rapporto di Richard Goldstone sui crimini commessi da Israele durante l’operazione Piombo Fuso.
15 Settembre:Putin, con una svolta di 180 gradi rispetto a quanto detto fino a poco tempo prima, sostiene che non si è ancora pronti ad una nuova supervaluta che possa sostituire il dollaro negli scambi internazionali.
16 Settembre :Il Ministro delle Finanze russo, Alexei Kudrin rinuncia alla causa da 22 miliardi di dollari intentata alla Bank of New York.
18 Settembre :Il consigliere per la sicurezza nazionale dell'ex presidente americano Jimmy Carter, Zbigniew Brzezinski, in un'intervista rilasciata al “The Daily Beast” sostieneche il Presidente Obama dovrebbe utilizzare l’aviazione Americana per bloccare i jet israeliani allorchè tentassero di attaccare i siti delle armi nucleari iraniani
19 Settembre :L’ex ministro della difesa israeliano Ephraim dichiara che Israele, qualora Stati Uniti ed Europa non si decidessero ad inasprire le sanzioni contro la Repubblica Islamica, è pronta ad attaccare le installazioni nucleari iraniane.
22 Settembre: il presidente russo Dmitriy Medvedev dice alla CNN che il presidente israeliano Shimon Peres gli ha assicurato che Israele non attaccherà l'Iran.
23 Settembre: Obama conferma ufficialmente che non sarà costruito lo scudo antimissile nella Repubblica Ceca, scudo che la Russia aveva fortemente attaccato e che invece Israele aveva caldeggiato quale conferma della pericolosità iraniana.
25 Settembre: L’Iran ammette che è in possesso di un secondo sito nucleare. Le diplomazie del mondo intero protestano violentemente
Ma cosa bolle realmente in pentola? In che modo tutti i precedenti fatti sono collegati?.....Alla prossima puntata.


[1] Blondet,Confusione sotto le stelle (e strisce), 24 Settembre 2009

3 commenti:

  1. Che qualcosa di strano ci sia è indubbio. Le vorrei segnalare un articolo di Giulietta Chiesa.
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6290&mode=thread&order=0&thold=0
    Francesco T.

    RispondiElimina
  2. Ho capito dove vuole arrivare, ma non penso possa mai scoppiare la guerra tra Iran ed Israele. Sarebbe un'apocalisse

    Carmelo

    RispondiElimina
  3. Sono in attesa della seconda puntata. Quando la scrive? Voglio capire quali sono i collegamenti che fa

    Santino C.

    RispondiElimina