venerdì 30 ottobre 2009

IL PRINCIPIO DI INDETERMINAZIONE

In Fisica esiste il noto principio d’Indeterminazione enunciato nel 1927 dal grande fisico Heisemberg. Per “vedere” una particella quantistica dobbiamo inviare un fotone, il quale, colpendola, ne muta la velocità in seguito al processo d’urto. Il processo di misura muta irreversibilmente lo stato dinamico del sistema. In altre parole esiste una indeterminazione intrinseca al processo di misura che non consente di determinare con esattezza contemporaneamente la posizione e la velocità di una particella quantistica.
Fuori di metafora, Bernanke ha gravissimi problemi di misurare le conseguenze di un suo qualsivoglia atto nell’evolversi contemporaneo della crisi valutaria e finanziaria. In questi ultimi giorni ha fatto scendere il Dollaro al fine di far andare bene le aste dei titoli di Stato ed effettivamente vi è riuscito con l’asta quinquennale. Ma, in virtù della correlazione diretta tra Dollaro e borse, ha presto dovuto abbandonare la presa facendo si che il dollaro repentinamente riprendesse la propria discesa. I mercati finanziari sono in evidente bolla e far mancare l’aria (ossia la liquidità conseguenza del carry-trade in seguito alla necessità di un frettoloso processo di ricopertura) avrebbe potuto implicare una repentina caduta delle Borse (che infatti stavano iniziando a scendere rapidamente). Il grafico evidenzia come il dollaro abbia iniziato a scendere nuovamente superando abbondantemente 1.48 contro l’Euro.


I rischi aumentano col passare del tempo. Bernanke non può a lungo permettersi di sottoporre a violente sollecitazioni i debolissimi mercati finanziari con il rischio di bucare la bolla ogniqualvolta gli USA devono immettere sul mercato i propri titoli di stato, tenendo conto che, con l’attuale trend di aumento del Debito Pubblico, le aste saranno sempre più frequenti e copiose. Un segnale di nervosismo vi è già stato. L’asta dei titoli a sette anni, avvenuta ieri sera, i cui particolari sono evidenziati in figura, è stata una mezza Waterloo.

Il Bid-to-Cover Ratio per gli indirect bidder (l’indicatore più pregnante) è stato appena 1.2, pericolosamente vicino alla soglia di 1, chiara evidenza che gli investitori esteri sono sempre più riluttanti. Inoltre ben il 46.79% dei titoli risultano Allotted at High (ossia venduti al rendimento massimo) da confrontare con il 12.77% dell’asta decennale del 7 Ottobre e con il 3.21% dell’asta biennale del 27 Ottobre.
Il Governatore della FED è ormai come un acrobata da circo che, in equilibrio sempre più precario, cerca con un’asta di attraversare un filo sempre più sottile. Se la piuma di un uccellino cade nella parte sbagliata dell’asta (nuova versione del battito delle ali di una farfalla nei sistemi caotici) si precipita tutti insieme poco allegramente.

P.S. Mi rifiuto di commentare la crescita del PIL americano del 3.5% nel terzo trimestre per non offendere la vostra intelligenza (della mia non ho mai avuto una grande opinione). Se un uomo drogato si butta dalla finestra pensando di avere le ali, non significa che l’essere umano può volare. E di droga in giro ne è stata distribuita veramente a iosa…basti pensare all’enorme deficit accumulato nel 2009 dall’Amministrazione USA. Christina Romer, capo economista di Obama ha detto “…the government's stimulus spending already had its biggest impact and probably won't contribute to significant growth next year”..in parole povere la droga è finita.




4 commenti:

  1. Grazie del commento sul mio blog: Non ho avuto tempo di seguire "bene" l'asta ... infatti ho scritto un articolo in fretta e furia guardando alcuni commenti del Fol (finanzaonline)
    Mi dispiace spero di ritornare presto a scrivere cose sensate.

    Grazie della tua segnalazione.

    Nel prossimo mese c'è il decennale e li la vedo ancora peggio!

    RispondiElimina
  2. Professore, i suoi commenti sono sempre più illuminanti. Complimenti

    G.T.

    RispondiElimina
  3. Ma lo sa che il 27 Novembre, il Presidente Obama comunicherà al mondo che vi sono 6 razze di alieni, la maggiorparte non ostili?

    RispondiElimina
  4. Bella quella sugli alieni !

    Ho cercato di analizzare in maniera più approfondita l'analisi dell'ultima asta. Ribadendo che non è andata male.

    A presto
    Fennec
    http://pathofgrowth.altervista.org

    RispondiElimina