lunedì 3 maggio 2010

CHAMPAGNE PER TUTTI

Come previsto la Grecia verrà salvata con i nostri soldi. Naturalmente ha promesso che la strada del risanamento pubblico verrà intrapresa, ma è un segreto di Pulcinella il fatto che non verrà mantenuto alcun impegno. Avanti fino alla successiva minaccia di default sovrano…
Purtroppo non siamo noi il prossimo della lista: prima vi sono quantomeno Portogallo, Spagna ed Irlanda. Rischiamo di arrivare tardi, dobbiamo sbrigarci perché i soldi stanno per terminare. Dobbiamo impegnarci, correre in uno sforzo all’unisono. In altre parole la parola d’ordine è una sola: dobbiamo farci salvare subito dopo la Grecia, dobbiamo superare la fila (..tra l’altro quando mai in Italia si sono rispettate le file).
Un paio di idee li ho: undici mesi di aspettativa obbligatoria per tutti (naturalmente pagati con uno stipendio doppio) ed un mese di ferie facoltative. Per chi non ha lavoro, nessun problema..la soluzione è a portata di mano. Basta far piovere pensioni di invalidità per tutti. Al fine di rimuovere le fastidiose pastoie burocratiche basterà autocertificare il proprio stato di invalidità onde ricevere subito il giusto dallo Stato (..siamo uomini di mondo, nessuno di noi si meraviglierebbe nel vedere ciechi che guidano e sordi che rispondono al telefono). Per chi non ha casa..anche qui presto detto: crociere a spese dello Stato, alloggi in residence di lusso in giro per il mondo e notti da sogno (allietate da bottiglie di Champagne delle migliori annate) nelle suite più lussuose.

Naturalmente non pretendo che le mie proposte siano le migliori per garantire un adeguato tenore di vita al nostro valoroso popolo, ma credo che possano essere un buon inizio.
Ad occhio basteranno tre mesi (forse un po’ meno) per sbragare definitivamente i conti dello Stato ed arrivare ad uno stato terminale come la Grecia: arriveremo ad un debito del 150% del PIL ed un deficit del 18%.
E qui inizia il divertimento: poiché non si è fatto fallire la Grecia (per evitare immense perdite delle banche), non potranno certo far fallire noi (con 600 Miliardi di nostro debito pubblico che danzano allegri per il mondo). Insomma i Crucchi lavoreranno per mantenerci. Certo..inizialmente tituberanno, mugugneranno, protesteranno, minacceranno ma poi finiranno con lo scucire.
Ovviamente anche noi, come la Grecia prometteremo un piano di lacrime e sangue: l’aspettativa dovrà essere ridotta a 10 mesi e 29 giorni (poiché siamo furbi ridurremo il mese di Febbraio e cosi’ li freghiamo), mentre, per rendere più difficile la pensione di invalidità, la certificazione dovrà essere controfirmata dal coniuge del richiedente. Ma, dopo aver ricevuto il generoso emolumento, continueremo a divertirci (come prima e più di prima) per qualche altro mese: come si suol dire, passata la festa gabbatu lu Santu.
Mettetevi nei panni di un passeggero sul Titanic. Qualora avesse saputo la fine che lo aspettava sicuramente non avrebbe fatto il taccagno litigando per il prezzo del caviale. Sia le cicale che le formiche annegheranno allorché arriverà il diluvio dei default sovrani: quanto vale cantare e suonare in attesa dell’inevitabile ed allora…Champagne per tutti.

17 commenti:

  1. Il post del lunedi è sempre il migliore! Complimenti ancora!
    Faccio notare che comunque il "princio del titanic" vale anche nella vita: sia che ci comportiamo bene che male, o che facciamo una cosa oppure no (per timidezza, paura, pigrizia, etc..) la fine che faremo sarà uguale per tutti. Non disperiamoci, perchè noi per qualche tempo lo champagne e la pancia piena li abbiamo avuti, mentre i 3/4 della popolazione mondiale no.
    Daniele

    RispondiElimina
  2. Nella tue proposte c'è un errore di fondo ed è questo: il debito viene aumentato con lo spreco e lo spasso dei cittadini (pardon volevo dire sudditi).
    In realtà lo spasso e lo spreco può essere solo di chi ci comanda e a spese nostre; così... più auto blu, grandi opere eccetera...
    ma... questa cosa non mi è nuova... forse l'ho già sentita...?
    con affetto
    LF

    RispondiElimina
  3. bellissimo Zingales !!! infatti i greci son stati piu lesti di noi, o facciamo la ricarica automatica del bancomat mensile di 5 mila euro per tutti, oppure, in stile italiano, facciamo vincere tutti i gratta e vinci dai 100 ai 100 mila euro per biglietto, cosi ci sentiamo piu fortunati e aumentiamo i consumi rimettendo in moto l'economia asfittica, freghiamo in velocità spagna portogallo e iralnda e siamo i primi a ricevere come minimo 800 miliardi e salviamo l'italia ed le banche, bisogna però sbrigarsi, non vorrei che le rotative tipografiche della BCE s'inceppassero !!
    Luibenat

    RispondiElimina
  4. Per Luibenat.
    Effettivamente non ci avevo pensato..potremmo creare un concorso "vinci senza grattare"..premi per tutti.
    Mah..speriamo che queste idee vengano accolte, perchè temo che Spagna e Portogallo siano in vantaggio.
    Ormai non ci resta che ridere...

    RispondiElimina
  5. sono d'accordo con LF. Pare che il problema siano il welfare e i falsi invalidi. E non nella classe dirigente di un paese che non ha redistribuito ricchezza, non ha combattuto la corruzione, non ha fatto politica economica, etc, etc. Questa è la rappresentazione della crisi greca che ci sta vendendo la stampa europea.

    daniele

    RispondiElimina
  6. Io credo che non avverrà l'impatto con l'iceberg, il futuro prossimo sarà soltanto una lunga e lenta decadenza, ogni giorno avremo qualcosa in meno e ce ne faremo una ragione. Se qualcosa accadrà in futuro, scaturirà da un evento esterno al nostro paese (tipo guerra per intenderci).


    F.

    RispondiElimina
  7. Nunzio Sfameni3 maggio 2010 19:25

    Complimenti x il post del lunedì !!!
    ... a proposito di "champagne per tutti", ed in considerazione che l'Italia dovrà "scucire", sotto forma di finanziamento bilaterale, circa 14,6 mld di Euro (CHE NON HA) ... potrà optare per inviare in Grecia dell'ottimo Berlucchi metotodo "champenoise" per il valore equivalente !
    Per ora brindano i Greci, ma se riusciamo a "fregare" Portogallo, Spagna, Irlanda e forse l'UK, i brindisi saranno tutti per noi !

    RispondiElimina
  8. Al banchetto hanno partecipato tutti, chi piu' chi meno.
    Quando i bot rendevano il 15% tutti sapevamo che si era dato il via della gara verso la catastrofe, ma tutti siamo stati zitti e abbiamo intascato.
    Tutti sappiamo che la PA è gonfia all'inverosimile a danno di persone che alla PA rendono onore, come il nostro Leon!
    Diciamo che l'Italia è stato il perfetto terreno di incontro tra carnefici e vittime, potere ed piccoli egoismi si sono incontrati, e questa sembra essere una caratteristica molto latina, ammettiamolo.
    I debiti sovrani è vero non lasciano speranze, se a questo aggiungiamo la crisi energetica alle porte( senza risorse per ovviarvi) a cui inevitabilmente seguira' una crisi di cibo beh... qualcosa dovra' succedere....consoliamoci come diceva chi prima di me, noi abbiamo conosciuto benessere e tranquillita' mentre c'è chi è nato gia' all'inferno, gli eventi all'orizzonte sono cosi' grandi da non lasciare spazio a possibili soluzioni, le uniche soluzioni implicherebbero un totale cambiamento della natura umana...quindi..
    gianpi

    RispondiElimina
  9. Salve Zingales,
    ti seguo da qualche tempo e trovo i tuoi articoli molto lucidi ed interessanti, specie quando trasporti i concetti della fisica termodinamica in economia.
    Ultimamente percepisco una sorta di sarcasmo disilluso nei tuoi commenti. Comunque, a parte questo, pensi che veramente siamo ormai arrivati al default generale del sistema economico capitalista in quanto tale?
    Saluti
    M.

    RispondiElimina
  10. Madooo...che pessimismo! Ma è tanto semplice...non avete ancora imparato? Io ora vado a prendermi un bel finanziamento e ci compro un bel telefonino una bella, no anzi, bellissima auto e ci faccio scappare anche un viaggetto alle maldive perchè sono tanto stressato...se poi i soldi li finiscono e il frigo è vuoto, cartolarizzo il mio debito(che sicuramente non pagherò) ci aggiungo un pò di leva(che ne sò...a 5-6)e lo vendo al mio amico di infanzia che modestamente si fida ciecamente di me(magari promettendogli che un giorno gli ridarò tutto più gli interessi, ovviamente). Se poi per qualche inspiegabile motivo non riesco a pagare lo posso sempre incolpare di essere stato troppo ingenuo e per le ingenuità non c'è indennizzo! Ecco, questo mi sembra il miglior sistema per battere in velocità gli altri paesi, cioè fare come mamma america ci ha isegnato!

    RispondiElimina
  11. Tutti voi avete fatto belle osservazioni.
    Per M. E' vero ormai sono un disilluso. Chi è ai piani alti è disperato,non sa cosa fare. I capitani hanno perso la bussola. Per quanto mi riguarda ho la Fede, solo grazie a quella non ho perso la Speranza.

    RispondiElimina
  12. notare come in parallelo all'aggravarsi della crisi economica salga l'allarme "terroristico"
    http://informazionescorretta.blogspot.com/2010/05/ehi-guarda-unaltra-palla-di-fuoco-e.html
    (e non dimentichiamo la panzana primaria... http://www.luogocomune.net/site/modules/911/ ).
    Bisogna vedere cosa combineranno usa ed uk (dopo elezioni 6 maggio che succede?), che son messe peggio di noi.... probabile guerra si allarghi a pakistan ed iran... dopodiché saremo in un caos totale. mm (visto che c'è altro m cambio firma...).

    RispondiElimina
  13. Ciao Leon,
    ti ho inviato una mail, diversi giorni fa. Serena giornata.
    Bogdan

    RispondiElimina
  14. Caro Bogdan,
    chiedo scusa ma in questi giorni ho poco tempo..
    ho parecchie e-mail arretrate e non riesco a rispondere a tutti (ne ho qualche decina non aperte). Ti chiedo scusa e ne approfitto per scusarmi con tutti

    RispondiElimina
  15. "Licenza di DEFAULT" per gli Stati dell'area Euro (proposta della Merkel)
    http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2010/05/ordinaria-insolvenza-per-gli-stati.html

    mm

    RispondiElimina
  16. Una possibile via di uscita a mio avviso e' lagata ad un recupero del settore primario.
    In Francia credo che vada abbastanza bene l'associazione: Terredeliens. Potete vedere il sito. L'azionista finanzia l'acquisto di terre agricole che vengono poi cedute con una locazione moderata a chi presenta progetti di investimento - famiglie ect, nel rispetto del territorio. L'azionista investe in terra (e nn carta) ha una piccola rendita e conserva il valore dell'investimento. Chi prende in affitto, paga relativamente poco.
    NN so se qui in Italia ci sia qualcosa di analogo.

    Partecipo la notizia a tutti quanti.

    RispondiElimina
  17. caro zingales
    mi sembra piuttosto chiaro che il bailout greco sia come nel gioco del monopoli semplicemente gli stati eiuropei si sono accollati i crediti delle loro banche ( cioe di quelle franco tedesche e piu le prime che le seconde) e cosi' semplicemente il sistema "europa unita" si e' comprato qualche mese di vita trovando il modo di trasferire "more solito" i nostri soldi al suo padrone di oltreoceano.
    Ma i greci non hanno guadagnato nulla , perche' quandanche facessero i soliti bugiardi.. ALTRI soldi non ne beccano anzi perdono i capitali della loro inetta "upper class" che vengono continuamente trasferiti all' estero.
    Quindi il default e' sicuro ,, si e' solo rinviato il momento a vantaggio degli speculatori
    resta solo da capire chi e come si saranno posizionati i " player " per quella data perche' non credo che i tedeschi siano i fessi della favola
    ws

    RispondiElimina