mercoledì 26 maggio 2010

LA PIOGGIA PURIFICATRICE

A partire dal 1933 il regime nazional-socialista promosse roghi su larga scala per bruciare libri non consoni alla ideologia nazista. Il comunismo sovietico dimostrò una analoga violenza contro tutto quanto non fosse in perfetto accordo con l’ortodossia imperante (venivano censurati persino gli articoli di Fisica che non si conformavano al materialismo storico-dialettico).
Negli ultimi decenni tutte le posizioni di prestigio delle istituzioni internazionali sono state occupate dai seguaci della più folle e blasfema teoria economica mai esistita: il monetarismo. Tutti gli economisti (anche illustri) che non si sono adeguati al dogmatismo imposto sono stati sottoposti ad un accademico ludibrio. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti; persino di chi, oscurando la luce dell’intelligenza, ha volontariamente indossato le bende.
Miei cari, i sistemi non vivono nell’equilibrio. Impostare politiche macro-economiche immaginando che tutto galleggi in uno stato di equilibrio è criminale. E’ come se venisse progettato un aereo ignorando la legge di gravità: quando l’aeromobile precipita pieno di passeggeri dovremmo sapere chi inseguire con i forconi.
La crisi sistemica che ci avvolge ha cause lontane: il dramma è che coloro che hanno appiccato il fuoco sono i medesimi che pretendono di fornirci le soluzioni. Sono una massa di truffaldini e filibustieri.
Si è compresso il sistema economico il quale reagisce con oscillazioni enormi all’opprimente vincolo imposto dai dogmi: stiamo vivendo in una transizione di fase rivelata da fluttuazioni sempre crescenti. Si è messa una bottiglia d’acqua nel freezer pensando che lo stato liquido fosse l’unico possibile: l’acqua si sta trasformando in ghiaccio e la bottiglia è in procinto di scoppiare sotto una pressione crescente.
Leggendo gli articoli scritti dai seguaci dell’ortodossia economica rimango esterrefatto dalla loro assenza di elasticità mentale. Fino a poco tempo fa credevo che fossero in malafede. Ora ho cambiato idea: la loro chiusura mentale è tale che essi credono veramente a quanto dicono e per questo sono ancora più pericolosi. Se ne fregano della evidenza sperimentale, delle sempre maggiori crepe che solcano la bottiglia: continuano a starnazzare che il ghiaccio non esiste, che trattasi di semplici oscillazioni compatibili con lo stato d’equilibrio.
Sono cantanti stonati, galline strozzate dalla realtà che sta, come una valanga, ricoprendo il loro fragile quanto insulso sistema di dogmi. Stanno in tutti i modi tentando di colorare di bianco tutti i cigni neri che si stanno presentando con sempre maggiore frequenza, ma la pioggia della realtà cade sempre più violenta.
Cosi’ come la tempesta della libertà spense i roghi nazisti e le violenze comuniste, alla stessa stregua l’acqua della verità sta sciogliendo il rassicurante colore che ricopriva i cigni: il nero sta emergendo sempre di più, il bianco è in procinto di essere completamente cancellato. Purtroppo è vana la soddisfazione di chi aveva previsto tutto: è un diluvio che farà annegare tutti quanti.

22 commenti:

  1. Salve Leon.
    Un nuovo complimento per questo bel post.
    Concordo in particolare con la frase:

    "...coloro che hanno appiccato il fuoco sono i medesimi che pretendono di fornirci le soluzioni. Sono una massa di truffaldini e filibustieri."
    Parole d'oro.

    Sono invece un po' meno convinto dell'altra:

    "Fino a poco tempo fa credevo che fossero in malafede. Ora ho cambiato idea..."

    Penso che, sì, ce ne saranno di molti in malafede, ma chi tira i fili non può non aver creato intenzionalmente tutto. Nel creare tutte quelle deregolamentazioni e stimoli alle truffe non è pensabile che chi dovesse sapere non sapesse. In fondo ci sono troppe analogie con precedenti crack (a partire dal 1929).
    Per questo le soluzioni proposte sono sempre state quelle di premiare i bankster e peggiorare le cose. Non ritengo per ignoranza o stupidità.
    Che ne pensa? Mi può riuscire a convincere meglio della sua opinione?

    Ancora complimenti e grazie.
    Giacomo

    RispondiElimina
  2. Le fonti finanziarie del comunismo e del nazionalsocialismo - Oscar SANGUINETTI
    http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/comunismo/rivoluzione_russa/articolo.php?id=1183&titolo=Le fonti finanziarie del comunismo e del nazionalsocialismo

    le fonti finanziarie del Nazional-socialismo
    http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=1567

    m

    RispondiElimina
  3. Caro Giacomo,
    credo che Lei abbia ragione. Ma la maggiorparte delle marionette credevano veramente (e forse continuano a crederci) a quanto i burattinai dichiaravano.
    Con stima

    RispondiElimina
  4. non tutti sono in malafede (sarebbe impensabile corromperli tutti!) e una minoranza sa molto bene a cosa portano certe politiche economiche.
    Gli altri, la maggioranza, sono in buona fede (e per questo facilmente controllabili manipolabili).
    Come si può generare tanti "idioti" in buona fede? Si comincia dall''infanzia controllando/indirizzando educazione, ed istruzione e l'educazione con vari mezzi (scuola, media, ecc...).
    Costa molto meno che corrompere.

    La scienza purtroppo (fisica compresa) non è immune da questo trattamento.

    federico

    RispondiElimina
  5. Niente da dire. Hai ragione da vendere!!!
    LF

    RispondiElimina
  6. Le sarei grato,caro Leon ,se saprebbe trovare
    una pratica soluzione per evitare di non inzupparci troppo dal diluvio da Lei ipotizzato.Lo dico senza nessuna ombra di ironia ma semplicemente come domanda.

    RispondiElimina
  7. egregio dottore,
    mi sembra che lei stia assolutamente mancando di obiettività quando non vede che la vera contrapposizione in atto è tra socialismo marxista (da oltre 30 anni attaccato e quasi debellato) da una parte e liberismo capitalista (portato all'altare della gloria a furor di debito da 30 anni a questa parte) dall'altra. E' un dato di fatto che prima o poi tale nodo verrà al pettine. La mia visione della storia degli ultimi 30 anni è piuttosto semplice: l'elite capitalista mondiale ha falsificato il confronto epico contro il socialismo creando ricchezza aleatoria costruita sul debito solo ed unicamente per dimostrare la superiorità del proprio sistema. Se tutto crollerà (e spero che ciò non avvenga), dove troverà rifugio l'elite?
    saluti
    M

    RispondiElimina
  8. Amico mio,
    tutte le ideologie che non riconoscono la spiritualità dell'essere umano (ed il socialismo marxista è una di queste) non sono altro che trappole.

    RispondiElimina
  9. uaaaaao Leon, strepitoso come sempre.

    2 cose:
    la prima, anche secondo me non tutti sono in buona fede, è impossibile!! Direi che in tanti sono caproni, purtroppo, da riproduzione (scusa la volgarità ma sembrerebbe che sia la "qualità" più comune in molti parlamenti... ) e in pochi sono... pastori.
    la seconda: lasciate perdere il comunismo, e questo tipo di capitalismo! :-)

    Mattacchiuz

    RispondiElimina
  10. bel post. concordo.
    spike

    RispondiElimina
  11. Secondo Celente il mondo conoscera' la GRANDE CRISI entro la fine di quest'anno....

    RispondiElimina
  12. Nunzio Sfameni26 maggio 2010 20:31

    """Purtroppo è vana la soddisfazione di chi aveva previsto tutto: è un diluvio che farà annegare tutti quanti."""
    ... ritengo necessario aggiungere che (a mio modesto parere) l'espressione "tutti quanti" è da riferire ai soliti noti ! (i poveri cristi - già tartassati). Credo non toccherà assolutamente (anzi !!!) gli "altri" (pochi) soliti noti che, non solo non annegheranno nell'imminente diluvio ma accresceranno ulteriormente i lori enormi patrimoni sulle spalle dei poveri cristi! (i veri soliti noti).

    RispondiElimina
  13. Mi pare che siamo alla fine, dell'ultima ideologia. Il liberismo.
    In campo economico, sociale, morale si e' rivelato un fallimento e forse sara' una tragedia.
    Rivalutiamo chi come Pio IX, a partire dal 1848, stigmatizzo' tra i vari mali anche questo.
    E forse cerchiamo di oderci questi giorni di apparente tranquillita' che ci sono dati.

    CC

    RispondiElimina
  14. Apputo prof Zingales... la spiritualità dell'essere umano. Ancora una volta riemerge l'unica soluzione possibile che è la famosa Terza Via... dello Stato Etico, che per l'oligarchia plutopartitocratico-massonico-mafiosa è ovviamente il "male assoluto".
    Saluti

    Dvx

    http://www.ilcovo.mastertopforum.net/

    RispondiElimina
  15. egregio dottore,
    la spiritualità è insita nel dogma della dottrina cattolica ma la sfido a dimostrarmi che l'establishment clericale non sia stato fuorviero di grandi malefatte negli ultimi 500 anni. Vogliamo parlare dei conquistadores? Persino la Wehrmacht aveva una fortissima spiritualità - Gott mins uns - era scritto sul cinturone, eppure qualche decina di milioni di morti sono derivati (ogni riferimento all'economia è puramente casuale) da tale "spiritualità". Egregio dottore, l'economia è scienza oppure filosofia?
    saluti
    M

    RispondiElimina
  16. Per M,
    il Gott nazista non era certamente il Dio Cristiano..
    gli errori (umani) del clero non inficiano la Santità della Chiesa..in fondo Gesù si scelse (forse non a caso) come Pastore del proprio gregge l'apostolo che lo aveva tradito tre volte prima che il gallo cantasse..
    ricambio i saluti con affetto

    RispondiElimina
  17. Per il caro amico Mattacchiuz,
    concordo perfettamente (come sempre) con le tue parole.
    Ti saluto con affetto

    RispondiElimina
  18. Una piccola puntualizzazione , la spiritualità è la legge di Dio , o meglio la divinità manifesta nella creazione . Piu' tutto il creato si volge al rispetto di questo fattore o si volge alla divinità piu' il creato si eleva al creatore e piu' partecipa alla vita del creatore stesso.Non bisognerebbe mai confondere il vero significato di spiritualità con l'uso che se ne fa di essa...La spiritualità non partecipa del libero arbitrio , ma è il libero arbitrio che partecipa della spiritualità.L'universale non dipende dal particolare nella sua interezza ,ma il particolare dipende dall'universale nella sua interezza...In quest'epoca di cecità spirituale ormai si sente si vede e si fa di tutto...Una nuova Pralaya è alle porte per ricordare all'uomo chi è l'uomo e che volto deve mirare volto...

    Ain

    RispondiElimina
  19. A forza di guardar in dietro prima o poi viene il torci collo

    RispondiElimina
  20. Il gregge è fatto appunto di PECORE.

    RispondiElimina
  21. al solito , complimenti
    ma non credo che da questa "pioggia" ( chi sara' il "mago" ? ) ne avremo qualche vantaggio
    ahime' sono tempi tragici, e solo chi ha fede puo' avere speranza..

    per il resto i " sacerdoti" del dio mercato sono semplicemente cinici e materialisti come gli iscritti al partito comunista sovietico. Essi " credono" e per questo " credo" sono pronti a macchiarsi di qualunque misfatto perche' in nessun altro modo avrebbero potuto avere quello che hanno( o almeno questo credono )

    dopo lo stupido, il peggior " fanatico" e' quello che " ci guadagna "... e lo stupido che crede di guadagnarci e' il massimo del peggio

    ws

    RispondiElimina
  22. Alla fine hai vinto tu ... ho appena terminato di leggere (ci ho messo una settimana) "Fooled by Randomness" e "The Black Swan" di Nassim Nicholas Taleb
    e credo di iniziare a capire cosa vuoi dire con i tuoi paragoni tra fluttuazioni dei sistemi economici e fluttuazioni nei sistemi di materia condensata con transizioni di fase ... allora, il paragone puo' solo essere qualitativo (e non predittivo) ma chiarisce che le fluttuazioni del sistema finanziario non sono rappresentabili da una Gaussiana (cioe' non sono di equilibrio) e la loro magnitudine non e' vincolata da una scala di grandezze (cioe' possono essere grandi quanto si vuole) ... se vogliamo, la matematica frattale le descrive (qualitativamente) bene ... ma sono comunque totalmente imprevedibili, appunto esposte a "cigni neri" per definizione ...

    RispondiElimina